Youtube Channel
scrivimi: fraranux@gmail.com
chiamami: 345 04.22.\pi

lunedì 27 giugno 2011

Non riuscivo a farmi una pennina per il nuovo cellulare e davvero non mi capacitivo


Ma sapete che differenza c'è tra uno schermo Touch Screen Resistivo ed uno Capacitivo?
Facendola -fin troppo- breve il primo è composto dallo schermo vero e proprio ricoperto da due strati di materiale plastico in mezzo ai quali ci sono dei "fili sottilissimi" che, premendo col dito sulla superficie del primo strato, entrano in contatto con quelli sotto del secondo strato; il contatto elettrico corrisponde ad un luogo fisico della matrice di questi fili sottili... un po' come la battaglia navale sui fogli a quadretti insomma.
Nel secondo tipo invece, quello capacitivo, oltre lo schermo c'è solo uno strato di vetro che viene investito da una moltitudine di elettroni, quando appoggi il dito sul vetro crei una distorsione di questo campo elettrico in un punto perché vari appunto la "capacità" elettrica di quel punto, sei insomma la seconda armatura di questo condensatore telefono/mano. Ecco perché sugli schermi capacitivi ( vedi i-phone, i-pad, htc etc) funziona solo il contatto del dito o dei pennini "appositi"... io ne ho costruito uno, non ho speso nulla naturalmente, ho utilizzato
un tubino di alluminio per la struttura, per la punta una spugna per componenti elettronici, e per tappo posteriore un culino di penna Bic.
Il tubo di alluminio, oltre ad essere molto leggero, garantisce una continuità elettrica tra la mano e la punta, in questo caso fatta dalla spugnina/schiuma che si usa per conservare gli integrati (quei chip "mille piedi" tutti neri) serve per evitare che i piedini si pieghino ed essendo conduttiva li mantiene allo stesso potenziale.
Pare che allo scopo possa essere usata anche la spugna per lavare i piatti, quella con la schiuma più ampia però... beh faccio qualche prova e poi magari ficco qualche nuova foto.

martedì 7 giugno 2011

Yes, Wii can.

Beh, questa battuta era proprio facile...

COME FUNZIONA?
Nel Wii mote, ovvero il telecomando della Wii, è inserita una telecamera infrarossi ad alta definizione;
questa telecamera è in grado di rilevare due sorgenti infrarossi contemporaneamente (il principio con cui appunto funziona la Wii, con la sua "sensor bar" che di sensore non ha nulla dato che contiene solo due diodi led IR).
Il Wii mote di per sé è un dispositivo fenomenale, ha un paio di accelerometri, il vibro, l'altoparlante, la telecamera ir e il bluetooth, che adopera proprio per comunicare il suo stato nello spazio alla consolle.
Collegando tramite Bluetooth il Wii mote al pc ecco che comincia la trasmissione dei dati, quali "ad esempio" il rilevamento infrarossi della telecamera. Nel primo filmato si vede inquadrato nel palmo della mia mano un led ir alimentato da una batteria a bottone 2032. Accendendo il led e rivolgendolo al Wii mote questo lo identifica nello spazio e trasmette i dati al pc. Il pc elabora questi dati tramite un programma free scaricabile da www.proteons.com e li interpreta come posizione del cursore... insomma come se stessi muovendo il mouse!
video
In quest'altro filmato si intravedono, nella finestrella bianca sulla sinistra, i due pallini rosso e blu che identificano i due segnali infrarossi... il principio di un altro sistema multi-touch che cercherò di studiare...
video
Infine qui sotto il filmato di una attività divertente, una sorta di installazione artistica con l'accendino. La fiamma dell'accendino ha una grande componente di infrarosso che viene facilmente identificata dal Wii (avete mai provato a disconettere la bar sensor e sostituirla con due candele? beh provate: funziona!) l'aggiunta dello strumento bomboletta in paint dà proprio l'impressione della fiamma che annerisce il muro, no?!
video


aggiornamento, ecco la penna modificata con led IR